RECUPERO STRUTTURALE

Recupero strutturale

Spesso il mutare delle esigenze funzionali o della destinazione d’uso di costruzioni esistenti, nochè l’insorgenza di difetti costruttivi e lesioni dovute al degrado delle strutture, rendono necessari interventi strutturali importanti al fine di adeguare la struttura esistente alle nuove esigenze oppure semplicemente prolungarne la durata della vita.
Con la normativa antisismica oggi in vigore, a differenza di come siamo sempre stati abituati, è diventato necessario uno sguardo all’intera struttura per valutare la sua risposta non solo alle azioni verticali, ma anche a quelle orizzontali, cosa che rende necessario appunto uno sguardo all’intera struttura.

La normativa italiana impone la necessità di eseguire una valutazione della sicurezza del fabbricato esistente nel caso in cui si dovessero riscontrare anche una sola delle seguenti situazioni:

  • evidente riduzione della capacità di deformazione e/o resistenza di anche sole alcune parti del fabbricato, azioni eccezionali, carenze meccaniche dei materiali e cedimenti significativi in fondazione;
  • evidente progettazione errata del fabbricato;
  • cambio della classe d’uso o di destinazione della costruzione;
  • interventi che modifichino la rigidezza di anche soli alcuni elementi strutturali.

Risulta necessario, quindi, per prima cosa eliminare quelle carenze che pregiudicherebbero ogni analisi strutturale avanzata.
La normativa individua dei casi in cui è fatto obbligo di procedere alla valutazione della sicurezza e, qualora necessario, procedere all’adeguamento dell’intera struttura, in particolare a chiunque intenda:

  • sopraelevare la struttura;
  • ampliare la struttura mediante opere strutturalmente connesse alla costruzione;
  • apportare variazione di classe e/o di destinazione d’uso che comportino incrementi dei carichi globali in fondazione superiori al 10%;
  • effettuare interventi strutturali volti a trasformare la costruzione mediante un insieme sistematico di opere che portino ad un organismo edilizio diverso dal precedente.

Quando si ricade in uno di questi casi la valutazione della sicurezza diventa più gravosa e gli eventuali interventi di adeguamento più costosi.
Nei casi più semplici è sufficiente, quando possibile, effettuare l’intervento strutturale senza modificare il comportamento globale della struttura alle azioni orizzontali, classificando l’intervento come “locale”.
Codda Ingegneria vanta una rilevane esperienza nella progettazione e nel calcolo di interventi locali utilizzando elementi costruttivi del materiale più opportuno.

Ma quali sono quegli interventi che possono essere inquadrati come riparazioni o interventi locali?

Provando a fare un elenco senza pensare di essere esaustivi visto che le casistiche sono innumerevoli, possono rientrare in questa categoria:

  • L’apertura di vani in murature portanti per permettere una nuova distribuzione degli spazi interni
  • L’apertura di una nuova porta o una finestra in un edificio in muratura
  • Il taglio di un solaio per far posto ad una scala
  • Il taglio di un solaio per l’apertura di un lucernario
  • La formazione di piccoli sbalzi che vanno a costituire un terrazzo o piccolo balcone
  • La formazione di piccoli sbalzi per creare delle pensiline di copertura
  • Il ripristino o il rinforzo di un solaio ammalorato o meccanicamente inadeguato
  • Il ripristino o il rinforzo di una muratura danneggiata o insufficiente.

Gli interventi locali su edifici esistenti

Gli interventi locali avvengono su elementi o parti circoscritte della struttura di un edificio già esistente. Questo tipo di intervento non modifica il comportamento strutturale dell’edificio: lo scopo degli interventi locali è quello di migliorare o ripristinare singoli elementi o porzioni limitate di una struttura, rispettando i criteri di sicurezza imposti dalle Norme tecniche delle costruzioni.

La documentazione richiesta varia a seconda del tipo di progetto da realizzare: in ogni caso, non può mai mancare la valutazione di sicurezza, riguardante solo le parti interessate dall’intervento locale.

Per avere maggiori informazioni e richiedere preventivi circa l’adeguamento sismico di edifici esistenti e altri servizi è possibile contattare Codda Ingegneria al numero 0185 393358 o compilare il form sottostante.

PER INFORMAZIONI E PREVENTIVI GRATUITI

Codda Ingegneria di Matteo Codda
via Giacomo Matteotti 21/4, 16033 Lavagna GE

Tel. 0185 393358
info@coddaingegneria.it

Call Now Buttonchiama ora